Cocoon1 min read

La tradizionale classificazione studio, lavoro e pensione non esiste più.

Cresce l’aspettativa di vita, si riducono le nascite e aumentano anche gli over sessanta seguendo una tendenza che, a lungo andare, potrebbe far collassare il sistema previdenziale.

Anche per effetto della bassa natalità sta cambiando la struttura della popolazione, perché aumentano i longevi e diminuiscono i numeri delle persone in età lavorativa.

Il fenomeno più interessante è che i longevi sono in buona salute – ha dichiarato Giulio Carlo dell’Amico partner Kpmg durante il Longevity Economy Forum 2023 promosso con Eventi 24 de Il Sole 24 Ore -, hanno esperienza personale e di lavoro importante e hanno voglia di rimettersi in gioco”. “Stanno cambiando le basi su cui poggia l’economia come l’abbiamo sempre conosciuta. E si devono trovare soluzioni su cui si deve sperimentare – ha detto Alessandro Rosina, ordinario di demografia-. È la sfida più accentuata. Alla base ci sono due componenti: longevità e denatalità che vanno a ridurre la popolazione più giovane e cambia il rapporto tra le generazioni. E su questi processi si può – e si deve – intervenire“.

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato nell'ambito del tema WordPress del sito web. Il cookie consente al proprietario del sito di implementare o modificare il contenuto del sito in tempo reale. Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • wp2.telpress.it

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi