Pagami o ti spoilero!1 min read

Da una settimana i primi artefici di quell’immaginario collettivo che ha miliardi di fan nel mondo, sono in sciopero e il rischio è quello di non poter scoprire cosa si nasconde dietro l’ultimo Chliffanger.

Le prossime stagioni sono in bilico con tutte le loro puntate. Ma il rischio adesso è ancora più grosso, da quando la minaccia s’è trasformata in ricatto: se le richieste salariali del WGA (Writers’ Guild of America) – il sindacato che raccoglie oltre 10 mila autori (lo sciopero è stato votato dal 97% dei membri) – non saranno accolte, gli scrittori sveleranno il finale delle stagioni future, tra cui Stranger Things e il prequel de Il trono di spade.

Sembra la trama di una serie meta-televisiva cappa e spada, con gli sceneggiatori sul piede di guerra ma con la penna al posto della spada.

 

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato nell'ambito del tema WordPress del sito web. Il cookie consente al proprietario del sito di implementare o modificare il contenuto del sito in tempo reale. Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • wp2.telpress.it

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi